Un patrimonio comune da tutelare e curare

 

Un patrimonio comune da tutelare e curare

 

lev-min

L'antiporta della prima edizione del Leviatano di Hobbes si rivela nei suoi più minuti particolari nell'ingrandimento che abbellisce una delle porte della grande libreria che corre lungo l'asse centrale della sede della Fondazione.

La libreria custodisce l'importante raccolta firpiana di edizioni antiche di opere di pensiero politico non solo italiano, dal Rinascimento all'Illuminismo, non solo di autori celebri quali Machiavelli, Botero, Bodin, Sarpi, Boccalini, Campanella, Lipsio et c., ma anche di una fitta schiera di autori cosiddetti minori e minimi, di opuscoli, pamphlets, epistolari, il cui insieme è in grado di ricomporre le fila aggrovigliate di una cultura molto articolata e complessa, consentendo agli studiosi di percorrere itinerari di ricerca per larga parte ancora inesplorati.

La raccolta, conservata e messa a disposizione degli studiosi presso la Fondazione Firpo, è di proprietà dello Stato: costituisce pertanto un patrimonio collettivo forse non abbastanza noto, come spesso succede a molti giacimenti culturali esistenti nel paese.

Come ogni bene fisico pervenuto in eredità dal passato, in maniera particolare il libro antico è soggetto al possibile deterioramento dovuto principalmente alla qualità dell'aria degli ambienti in cui nei secoli è stato conservato.
Anche all'interno del fondo firpiano abbiamo individuato una serie di edizioni seriamente bisognose di un intervento di restauro; tra questi è proprio la prima edizione del 1651 del "Leviathan, or the Matter, Forme and Power of a Common Wealth Ecclesiasticall and Civil" di Thomas Hobbes. Si tratta di uno dei pochi esemplari esistenti.

Abbiamo pensato che la salvaguardia dei supporti fisici di idee politche che, nelle loro espressioni più varie e nel loro naturale contrapporsi, hanno, nel corso del tempo, contribuito a mantenere viva l'attitudine dell'uomo a ragionare e a confrontarsi sull'organizzazione della convivenza umana, potessero stare a cuore non solo a noi che ne siamo i meri custodi, ma alla comunità intera, data l'universalità dell'interesse dei temi in questione.
Così nei prossimi mesi avrà inizio una raccolta di contributi per finanziare le operazioni di restauro. Vorremmo però che non fosse la solita raccolta fondi in cui permane un distacco tra il donatore e la realizzazione del fine per cui si è donato. Vorremmo creare una comunità di interessi attorno al progetto coinvolgendo in varia misura coloro che lo sosterranno, anche in misura minima, per favorire la conoscenza del patrimonio nel suo complesso.

Per informazioni più approfondite, per gli aggiornamenti e per donare il link al sito è https://avrocuradite.fondazionefirpo.it/index.html. Ricompense esclusive ;-)

 

 A presto dunque!

Il sito è stato realizzato con il contributo di

loghi

Come sostenere la Fondazione

La Fondazione Firpo accetta donazioni, anche di entità minima, da coloro che intendono contribuire alla vita culturale della Fondazione.

Continua

5 per mille alla fondazione firpo

Facebook-icon  facebook       Vimeo-icon   vimeo

Copyright © 2018  -  Tutti i diritti riservati  -  Fondazione Luigi Firpo Centro di Studi sul Pensiero Politico Onlus 
Piazza Carlo Alberto 3 (c/o Biblioteca Nazionale Universitaria), 10123 Torino  -  C.F. 97534070012  -
Tel (011) 812.90.20  
   Fax (011) 812.90.50

presidenza: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  -  segreteria: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  -  biblioteca: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
posta certificata: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Privacy Policy
Cookie Policy